Ieri 76 contagi. Cantieri aperti con prudenza.

Sono complessivamente 3891 le persone che in Trentino hanno contratto il Coronavirus, di queste 1046 sono state contagiate nelle RSA. Nella giornata di ieri si sono registrati 8 decessi e 76 nuovi contagi. 840 i tamponi effettuati. Il totale delle persone decedute è attualmente di 318. I guariti salgono a 798. Le persone ricoverate in terapia intensiva, in progressivo calo, scendono invece a 48, mentre i contagiati alle cure domiciliari sono 1728. Questo l’ultimo aggiornamento diffuso nel pomeriggio di ieri dal presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, insieme all'assessore alla salute, Stefania Segnana e alla task force impegnata a contrastare la diffusione del Coronavirus.

Fugatti ha riferito che è al lavoro un tavolo tecnico sulla riapertura dei cantieri all'aperto, prevista dalla nuova ordinanza provinciale. “Voglio precisare – ha aggiunto – che i cantieri all'aperto possono riaprire solo se viene garantita la sicurezza dei lavoratori e degli imprenditori. Stiamo preparando un vademecum, d’intesa con sindacati e associazioni di categoria. Valgono, comunque, le regole già in vigore, ovvero distanze di sicurezza, mascherine e controllo della temperatura. Va chiarito, inoltre, che rispetto alle ordinanze in vigore sulla mobilità personale non è cambiato nulla. Non è ancora arrivato il momento di poter diminuire le restrizioni".

Il presidente hai poi annunciato che sono già 14 le strutture alberghiere che si sono rese disponibili per ospitare malati Covid che non necessitano di cure ospedaliere.

Comunicato a cura dell’Ufficio Stampa della PAT

Provincia Autonoma di Trento Università di Trento Comune di Trento Comune di Rovereto Unitrentosport UC UniCittà Centro Servizi Culturali Santa Chiara   coni Centro Musica Trento

Questo sito utilizza i cookies per consentirti la migliore navigazione